Salta il contenuto
Spedizione gratuita su centinaia di prodotti - Assistenza Whatsapp 24/7
Spedizione gratuita su centinaia di prodotti - Assistenza Whatsapp 24/7
Bonus Ristrutturazione 2024: come funziona e lavori ammessi

Bonus Ristrutturazione 2024: come funziona e lavori ammessi

Per chi vuole ristrutturare casa, anche per il 2024 è in vigore il bonus ristrutturazione, una delle agevolazioni fiscali più importanti e apprezzate. Per i contribuenti è prevista e confermata, fino al 31 dicembre prossimo, una detrazione del 50% delle spese sostenute, fino a un massimo di 96.000 euro.

Il bonus 50 (chiamato così proprio per la percentuale in detrazione) è un incentivo prezioso per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e, come per altre agevolazioni, si può richiedere in sede di dichiarazione dei redditi. Ma non tutti i lavori sono ammessi e ci sono delle regole da seguire per far sì che la detrazione vada in porto.

Il Bonus Ristrutturazione 2024 copre una vasta gamma di interventi edilizi, tra cui:

  • interventi di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati su tutte le parti comuni degli edifici residenziali o sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, e sulle loro pertinenze;
  • interventi necessari alla ricostruzione o al ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi;
  • interventi relativi alla realizzazione di autorimesse o posti auto;
  • lavori finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche (ascensori o montacarichi, installazione di strumenti idonei alla mobilità interna ed esterna di portatori di handicap gravi);
  • interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi (cancelli, grate, porte blindate, casseforti, fotocamere collegate a vigilanza privata, ecc..);
  • interventi finalizzati alla cablatura degli edifici e al contenimento dell’inquinamento acustico;
  • interventi effettuati per il conseguimento di risparmi energetici;
  • interventi per l’adozione di misure antisismiche come opere per la messa in sicurezza statica;
  • interventi di bonifica dall’amianto e opere per evitare gli infortuni domestici;
  • riparazione di impianti per la sicurezza domestica (per esempio, la sostituzione del tubo del gas o la riparazione di una presa malfunzionante);
  • installazione di apparecchi di rilevazione di gas;
  • monitoraggio di vetri anti-infortunio;
  • installazione corrimano;
  • sostituzione di porte interne e infissi;
  • le spese per l'acquisto dei materiali.

Chi può richiederlo?

Il Bonus Ristrutturazione 2024 può essere richiesto da tutti i contribuenti soggetti al pagamento delle imposte sui redditi, residenti o non residenti in Italia.
In particolare, hanno diritto alla detrazione:

  • proprietari o nudi proprietari;
  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • inquilini o comodatari;
  • soci di cooperative divise e indivise;
  • imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce;
  • soggetti che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.

In alcuni casi, possono avere accesso all’agevolazione anche i futuri acquirenti di un immobile, nel caso di firma del contratto preliminare di compravendita.

Come pagare per avere il Bonus Ristrutturazione?

Anche per il 2024, ci sono delle regole specifiche: è necessario che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale. Nel bonifico dovranno essere indicati i seguenti dati:

  • causale del versamento: Bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr 917/1986;
  • codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  • codice fiscale o Partita IVA del beneficiario del pagamento.

Per ricevere assistenza o avere ulteriori informazioni, non esitare a contattare la nostra assistenza clienti.

Articolo precedente Pannelli Isolanti: A cosa servono e quali sono i vantaggi?
Articolo successivo Procedura di reso